Premium Sport

Juve, Buffon duro: "Pensavamo di fare gara pari, abbiamo sbracato"

Il capitano bianconero: "C’è, per quanto mi riguarda, un’altra ultima possibilità"

  • TTT
  • Condividi

Un messaggio chiaro, forte, duro ma anche di speranza: un messaggio da vero capitano. Gigi Buffon è tornato a parlare dopo la cocente delusione di Cardiff e, come sempre, ci ha messo la faccia: "Mi dispiace aver perso male: perdere di misura ti fa capire che sei sempre al livello - spiega il portiere bianconero alla 'Gazzetta dello Sport' - Una sconfitta così invece significa che hai sbracato, che hai dato una sensazione che non dobbiamo permetterci di dare. E cioè di squadra che non è preparata all’evento e che alla prima difficoltà ha svalvolato. E non è così, non dev’essere così".

Una sconfitta che brucia ancora di più in casa bianconera, perchè questa sembrava davvero la volta buona e alla vigilia c'era tanta fiducia: "Sì, è vero, pensavamo di fare gara pari. Invece la sensazione del secondo tempo lascia rammarico e perplessità, perché alla fine quando una squadra ti schiaccia e tu non riesci ad avere le armi per contrapporti significa che c’è un peso specifico differente - ha spiegato Buffon - Non so se nella prima mezz’ora abbiamo fatto un fuori giri fisico per restare al loro livello. Fatto sta che a noi qualcosa ancora manca. Qualcosa che in gare così ci faccia per esempio essere almeno al pari degli altri".

Stavolta è toccato alla Juventus provare quello che provano le squadre italiane quando affrontano i bianconeri: "Al di là di tutto è vero che queste squadre che hanno l’abitudine a vincere certe partite sono anche fortunate: ogni minimo episodio gli va bene e invece va male agli altri. È un po’ quel che succede a noi in Italia: quando hai un certo tipo di consapevolezza e certezza, le cose vanno bene a te e meno bene agli altri" sostiene, amaro, Buffon.

Ma il numero uno della Nazionale non ha nessuna intenzione di mollare: "Rimpianti non ce ne sono: una squadra ha dimostrato di essere più forte e ha meritato, poi certamente potevamo fare meglio. C’è, per quanto mi riguarda, un’altra ultima possibilità. Ho ancora un anno di contratto, siamo in Champions per cui ce la giocheremo...".