Premium Sport

Champions, maledizione Salisburgo: decima eliminazione in fila

Record negativo per gli austriaci: lo 0-0 premia il Rijeka dopo l'1-1 dell'andata

  • TTT
  • Condividi

Se devi giocare i preliminari di Champions League, la Red Bull non ti mette le ali. Lo sa bene il Salisburgo, che è stato elimninato per la decima volta consecutiva (record asssoluto) da quando, nel 2005, la famosa bibita energetica è entrata nella società austriaca (ma ora, per distinguersi dal Lipsia, formalmente risulta essere solo sponsor principale). Lo 0-0 in trasferta sul campo del Rijeka è risultato  fatale dopo l'1-1 dell'andata. 

Una vera e propria maledizione che non ha mai permesso al Salisburgo di centrare la fase a gironi della Champions e che è iniziata nel 2006/07, sotto la guida di Giovanni Trapattoni e del suo vice Matthäus. Con loro gli austriaci furono eliminati ai preliminari prima dal Valencia, poi dallo Shakhtar. Squadre sulla carta superiori, ma evidentemente non si trattava solo di quello.

Negli ultimi anni infatti il Salisburgo è stato eliminato da squadre decisamente più abbordabili come Malmoe (due volte), Maccabi Haifa (2009), Hapoel Tel Aviv (2010) e, addirittura, dai lussemburghesi del Dudelange (2012).