Premium Sport

Champions, Juventus-Tottenham 2-2: doppia rimonta inglese

Doppietta di Higuain che sbaglia un rigore. Kane accorcia, Eriksen pareggia

  • TTT
  • Condividi

Gonzalo Higuain batte Harry Kane 2-1 ma anche Eriksen ci mette lo zampino: la Juventus si fa rimontare due volte dal Tottenham e dovrà andare a Londra per vincere o pareggiare da 3-3 in su per qualificarsi ai quarti di finale di Champions League. Un vero peccato per la squadra bianconera che parte a mille e colpisce due volte in nove minuti: Higuain segna con una gran girata al volo su punizione di Pjanic e poi raddoppia su rigore per l'ingenuo intervento di Davies su Bernardeschi.

Il Tottenham potrebbe anche accorciare ma Kane si fa ipnotizzare da Buffon da due passi. Il gioco offensivo degli Spurs è piacevole ma dietro le scorribande juventine sono devastanti, colpa quasi sempre dalla catena Sanchez-Aurier a dir poco impacciata, alla mezz'ora Higuain sfiora la tripletta di sinistro. Nel momento migliore, doccia fredda per la Juve: assist di Dele Alli per l'Uragano inglese che dribbla Buffon e riapre il match. Un gol a suo modo storico per questa stagione poiché rompe l'imperforabile difesa bianconera, Buffon non subiva gol da Svezia-Italia mentre per lo Stadium si deve tornare alla rete di Ciciretti di 100 giorni fa. Eppure la Juve potrebbe tornare due volte avanti, al 45' il copione visto al nono si ripete: fallo evitabile in area di Aurier su una delle rare incursioni di Douglas Costa ma Higuain spara il secondo rigore sulla traversa.

La partita sembra girare qui perché gli Spurs rientrano in campo rinfrancati e più precisi. Lloris salva alla grande su Bernardeschi ma i problemi fisici di Khedira (entra Bentancur) e Mandzukic (dentro Sturaro) rovinano i piani di Allegri che però si deve arrendere all'errore del suo numero uno: la punizione di Eriksen non è irresistibile ma sorprende Buffon che fa un mezzo passo di troppo. Il pareggio sembra calmare le due squadre: al Tottenham va bene così, la Juve non vuole prendere il terzo. Il 7 marzo a Wembley servirà una grande notte europea.