Premium Sport

Santos, Gabigol: "Sceglierei ancora l'Inter. Gli allenatori? Lasciamo perdere"

L'attaccante brasiliano: "Avrei voluto tante volte mandare a quel paese i tecnici ma..."

  • TTT
  • Condividi

Le ultime due esperienze in Italia e Portogallo sono state a dir poco negative ma Gabigol non rinnega il passato. "Vedo l’arrivo all’Inter come un motivo di grande orgoglio perché è un grande club con una tradizione mostruosa. Non mi pento di aver scelto il club nerazzurro due anni fa, e lo stesso discorso vale per il Benfica. Posso dire che ho comunque giocato in grandissimi club" sottolinea l'attaccante del Santos (in prestito oneroso dall'Inter fino a dicembre 2018) a UOL Esporte.

A quanto pare nella mancata esplosione (fino a questo momento) della punta 21enne è dovuta anche ad alcuni problemi con i tecnici: "Nella mia carriera avrei voluto tante volte mandare a quel paese gli allenatori, però non l’ho mai fatto e ho sempre evitato anche quando venivo messo in panchina per cose personali e non per motivi tecnici. Non farò i nomi degli allenatori e non riferirò le varie situazioni perché è una questione noiosa e delicata".

Ora Gabigol punta a riscattarsi in patria: "Se mi hanno cercato dei club rivali? La mia preferenza è sempre il Santos - si legge su UOL Esporte - perché è la mia squadra del cuore e nella quale ho sempre giocato. Spero di restare a lungo qui e anche se non posso escludere però di andare a giocare in una rivale, vorrei restare qui molto tempo".