Premium Sport

Van Basten: "Via fuorigioco e ammonizioni, voglio espulsioni a tempo e la regola dei 5 falli"

Proposta rivoluzionaria dell'ex milanista: "Shootout, tempo effettivo negli ultimi 10 minuti: ecco le mie idee"

  • TTT
  • Condividi

Responsabile per lo sviluppo tecnico del calcio. Ecco il ruolo che ricopre oggi Marco van Basten, ex stella del Milan tra gli anni Ottanta e Novanta del secolo scorso. Ed è in virtù di questa carica che la sua proposta rivoluzionaria fatta in un'intervista alla Bild assume un certo valore. Ecco gli otto punti chiave.

1) Abolizione dei rigori e introduzione degli shootout - "Nelle gare a eliminazione diretta e nelle fasi a gruppi dei grandi tornei. Si parte a 25 metri dalla porta: in 8" deve finire l'azione. Gli shooutout sono spettacolari per gli spettatori e sono anche interessanti per i giocatori. I rigori tradizionali finiscono dopo un secondo, mentre negli shootout ci sono più possibilità. Si può dribblare, tirare o aspettare il movimento del portiere".

2) Abolizione del fuorigioco - "Il calcio assomiglia sempre di più alla pallamano. Personalmente, sono curioso di capire come andrebbero le cose senza il fuorigioco. Penso che il calcio diventerebbe più spettacolare, che gli attaccanti avrebbero più occasioni e ci sarebbero più gol. E i gol sono quello che i tifosi vogliono vedere".

3) Abolizione dei cartellini gialli e introduzione delle espulsioni a tempo - “Si starebbe fuori 5 o 10 minuti. Se è già difficile giocare in dieci contro undici, chissà come sarebbe in otto contro nove”.

4) Introduzione del limite di falli - "Già da tempo penso che un difensore possa commettere al massimo 5 falli, come nel basket: poi deve lasciare il campo"

5) Introduzione del tempo effettivo - "Ma solo negli ultimi 10 minuti. Il tempo si ferma ogni volta che il pallone esce o ad ogni fallo: così si eviterebbero le perdite di tempo"

6) Riduzione del numero di partite - "Oggi si gioca troppo. Si dovrebbe passare dalle 80 partite a stagione per squadra a un numero massimo di 50"

7) Partite otto contro otto - "Il calcio professionistico deve restare così, 11 contro 11. Ma il calcio giovanile o quello per gli over 45 va giocato su un campo più piccolo con meno calciatori".

8) Abolizione delle proteste di gruppo - "Bisogna prendere esempio dal rugby: può protestare soltanto il capitano"