Premium Sport

Tragedia a Medellin, aereo si schianta con a bordo la squadra del Chapecoense

81 le persone a bordo, ci sono solo 6 superstiti: i brasiliani avrebbero dovuto giocare la finale di Copa Sudamericana

  • TTT
  • Condividi

Un dramma che riporta tragicamente alla mente quello del Grande Torino sul colle di Superga. Un aereo con 81 persone a bordo, tra le quali i componenti della squadra di calcio brasiliana del Chapecoense, si è schiantato nella notte italiana vicino alla città colombiana di Medellin. Ad annunciarlo le autorità aeroportuali con un comunicato su Twitter: "Confermato. L'aereo immatricolato Cp2933 trasportava la squadra del Chapecoense. Apparentemente ci sono dei sopravvissuti", hanno comunicato dall'aeroporto Cordova di Medellin.

Poco dopo è arrivata anche la conferma dall'aeroporto più grande della Colombia, il Jose Maria Cordova International a Rionegro, che in una dichiarazione ha comunicato che sei persone sono sopravvissute allo schianto: "Secondo le autorità, la polizia nazionale è arrivata al sito e sta mobilitando tutto l'aiuto possibile, dal momento che sei persone sono sopravvissute".

La squadra della città di Chepeco, nello stato brasiliano di Santa Catarina, si dirigeva a Medellin per disputare mercoledì la partita di andata della finale della Coppa Sudamericana contro l’Atletico Nacional.

L’aereo avrebbe perso il contatto con la torre di controllo poco dopo l’una di notte e si sarebbe schiantato, riferiscono i media locali, mentre tentava un atterraggio di emergenza: era decollato da Santa Cruz de la Sierra in Bolivia, dove aveva fatto uno scalo tecnico, con 81 persone a bordo, 72 passeggeri e 9 di equipaggio.

"È una tragedia di proporzioni enormi", ha detto il sindaco di La Ceja Elkin Ospina. L'aereo, un British Aerospace 146 "Apparentemente è caduto per aver finito il carburante", ha aggiunto il primo cittadino.

JACKSON FOLLMANN PERDE LA GAMBA DESTRA

A Jackson Follmann, uno dei sei sopravvissuti alla tragedia aerea, è stata amputata la gamba destra: il portiere classe '92 si trova in terapia intensiva come fanno sapere i medici.

"I SUPERSTITI SONO 6"

Il presidente della Colombia, Juan Manuel Santos, afferma che il suo Paese è a lutto a seguito dello schianto dell'aereo su cui viaggiava la squadra di calcio brasiliana Chapecoense, e conferma che i sopravvissuti sono sei: "Una tragedia ci addolora. Siamo rammaricati per l'incidente dell'aereo che trasportava la Chapecoense. Solidarietà con la famiglia delle vittime e con il Brasile", ha scritto su Twitter Santos, spiegando poi che il direttore dell'unità nazionale per la gestione del rischio disastri (Ungrd), Carlos Ivan Marquez, gli ha confermato che "ci sono sei sopravvissuti". "Speriamo che siano di più", ha aggiunto. A bordo viaggiavano 81 persone, di cui 72 passeggeri e nove membri dell'equipaggio: inizialmente il comandante regionale della polizia, Jose Gerardo Acevedo, aveva riferito di 76 morti e cinque sopravvissuti; ma con questo ritrovamento di un sesto sopravvissuto il bilancio diventa di 75 morti e sei sopravvissuti.

TRE GIOCATORI TRA I SOPRAVVISSUTI

L'agenzia colombiana per la gestione dei disastri ha diffuso i nomi dei sopravvissuti allo schianto aereo avvenuto vicino Medellin e fra loro ci sono tre giocatori della squadra di calcio brasiliana Chapecoense, che viaggiava a bordo del velivolo. I tre calciatori sopravvissuti sono: Alan Luciano Ruschel (27 anni), Jacson Ragnar Follmann (24) e Helio Zampier Neto, difensore 31enne, trovato sotto i rottami dell'aereo. Gli altri due salvati, invece, si chiamano Rafael Correa Gobbato e Ximena Suarez. 

Marcos Danilo Padilha (31) non ce l'ha fatta. Il portiere del Chapocoense, che era uno tra i primi superstiti, è deceduto in ospedale. 

L'ARRIVO DI RUSCHEL IN OSPEDALE

LA FOTO CON DANILO PRIMA DELLA PARTENZA

IL TWEET DELLA SORELLA DI RUSCHEL: "SEI UN GUERRIERO"

POCHI MOMENTI PRIMA DELLA PARTENZA

5 GIOCATORI NON ERANO SULL'AEREO

SOLIDARIETA' SU TWITTER DELL'ATLETICO NACIONAL

LA RICOSTRUZIONE