Premium Sport

Sporting Lisbona, Jesus accusa il presidente del blitz ultrà

Il tecnico avrebbe le prove del coinvolgimento di Bruno De Carvalho

  • TTT
  • Condividi

Situazione sempre più tesa in casa dello Sporting Lisbona dopo l'agguato ultrà di qualche giorno fa in cui erano rimasti feriti Dost (alla testa, la sua foto ha fatto il giro del mondo, e ora pronto a chiedere la rescissione del contratto), Acuna, Rui Patricio, William Carvalho, Misic e Battaglia. Secondo quanto riporta Publico, Jorge Jesus infatti avrebbe le prove di un coinvolgimento del presidente Bruno De Carvalho nel blitz operato da circa 50 tifosi incappucciati con cinture e spranghe.

Già un mese fa lo Sporting, che ha mancato l'accesso alla Champions League, aveva conquistato la ribalta nazionale e internazionale per la clamorosa decisione di Bruno de Carvalho di mettere 19 calciatori fuori rosa dopo l'eliminazione dall'Europa League. Il presidente aveva accusato la squadra di scarsa professionalità arrivando a sospendere Jesus per poi reintegrarlo, il consiglio d'amministrazione sta facendo pressioni per spingere de Carvalho a rassegnare le dimissioni. 

In tutto questo, ci sarebbe un'ultima partita da giocare visto che la stagione non è ancora chiusa: lo Sporting è atteso domenica dalla finale di coppa nazionale contro l'Aves.