Premium Sport

Nazionale, Mancini si candida: "Voglio fare il ct"

Il tecnico dello Zenit: "Sogno di vincere da ct ciò che non ho vinto da calciatore"

  • TTT
  • Condividi

Roberto Mancini non si nasconde più. Il tecnico dello Zenit San Pietroburgo, in un'intervista alla Gazzetta dello Sport, esce allo scoperto e si candida ufficialmente a diventare il prossimo ct della Nazionale: "Ho un sogno: vincere da c.t. ciò che non ho vinto da calciatore. Un Mondiale".

"È da 40 anni che lavoro in campo tutti i giorni, da calciatore e da allenatore, non credo che mi mancherebbe il lavoro quotidiano - ha spiegato Mancini - E poi sono giovane, posso ritornare in un club dopo la Nazionale. In grandi club ho lavorato e vinto. Allenare la Nazionale è bello. Sarebbe un onore, un orgoglio. E vincere un Europeo o un Mondiale ancora di più".

In una recente intervista Fabio Capello, tirandosi fuori dalla "corsa" alla panchina azzurra, ha dichiarato che "c'è bisogno di sfornare giocatori di livello se no non si va da nessuna parte", ma Mancini non sembra del tutto d'accordo: "I giovani bravi ci sono. Mi piacciono Belotti, Pellegrini, Romagnoli che può crescere ancora tanto. E ogni stagione ne vengono fuori altri. Gli italiani hanno qualcosa in più".

Poi il Mancio fa un nome che in azzurro manca ormai da un troppo tempo: "Balotelli non l’ho seguito molto, ma ho visto che ha segnato tanto. Per il bene che gli voglio, spero che possa ancora togliersi tante soddisfazioni. Ha solo 27 anni. Deve tornare in Nazionale. Uno come lui, certe partite può vincerle anche da solo".

In conclusione una battuta sull'Inter di Spalletti, che a molti ricorda da vicino la sua ultima Inter: "È diverso. Noi avevamo rifondato la squadra, ora la squadra ha due anni di esperienza in più e tanti milioni investiti. Chiudemmo l’andata in testa pur avendo lacune evidenti. A quel punto servivano acquisti a gennaio per reggere il passo, invece si parlava solo di vendere. Un club come l’Inter non può ragionare solo per arrivare in Champions, deve progettare per vincere".