Premium Sport

Milan, Montella: "Un cambio per reparto, è come una finale"

Il tecnico rossonero alla vigilia della sfida col Toro: “Romagnoli e Antonelli non ci saranno, recuperato Kucka. Abate in forse”

  • TTT
  • Condividi

Vigilia degli ottavi di Coppa Italia in casa Milan, a San Siro arriva il Torino e Montella ci tiene tantissimo: "Teniamo molto a questa competizione, abbiamo ricevuto sulla pelle le sue soddisfazioni. E' un obiettivo come lo è anche l'Europa League. L'approccio deve essere come una finale, non c'è spazio per rimediare e ci deve essere massima concentrazione. Il Torino ha un centrocampo tecnico e un attacco mobile anche se Belotti è un attaccante d'altri tempi. Iago Falque è abile ad entrare in mezzo al campo. Iturbe e Benassi hanno qualità. Insomma sono difficili da affrontare e devi giocare al 100%" ha detto il tecnico rossonero.

La Coppa Italia è di solito un'occasione per fare turnover e dare occasioni a chi ne ha avute meno, ma Montella non vuole stravolgere la squadra: "Faremo turnover, ma giocherà la formazione migliore. Ci sarà un cambio per reparto - ha confessato l'allenatore rossonero - Romagnoli e Antonelli non ci saranno, Kucka è recuperato, mentre Abate è ancora in forse. Suso trequartista dietro le due punte? E' una forzatura, ma è una possibilità. Nel calcio si può fare tutto".

Probabile l'utilizzo di Lapadula da titolare, dopo l'ingresso decisivo contro il Cagliari: "Tra Bacca e Gianluca c'è una sana competizione. Il gol di Carlos è stato importante e ha dimostrato ancora una volta il suo valore. Non era facile segnare, è stato lucido. Bertolacci? Ha fatto partite importanti e ha dimostrato di poter far diversi ruoli in mezzo al campo".

Per Montella la Coppa Italia rappresenta qualcosa di speciale: "Da giocatore non l'ho mai vinta, da allenatore sono arrivato in finale con la Fiorentina e l'anno successivo siamo usciti in semifinale. Tengo molto a questa competizione. Siamo 12 titolari? Non credo, sto facendo giocare più gente possibile. Mihajlovic diceva che con questa rosa non si poteva fare di più? Non lo so, Sinisa è un amico e non voglio commentare, ognuno ha il termometro della squadra. Io dal primo giorno ho visto grande voglia di riscatto ed ero fiducioso".

I CONVOCATI

PORTIERI: Donnarumma, Plizzari, Storari
DIFENSORI: Abate, Calabria, De Sciglio, Ely, Gomez, Paletta, Vangioni, Zapata
CENTROCAMPISTI: Bertolacci, Bonaventura, Honda, Kucka, Locatelli, Pasalic, Poli, Sosa
ATTACCANTI: Bacca, Lapadula, Suso, Cutrone (63).