Premium Sport

Messi, sospetti fiscali sulla fondazione benefica

Secondo ABC, non dichiarati 10 milioni di euro tra il 2007 e il 2015

  • TTT
  • Condividi

In Spagna non è un periodo facile per i calciatori sotto il profilo economico-giudiziario: dopo i guai di Leo Messi e Cristiano Ronaldo, sotto la lente del fisco è finita ancora la Pulce anche se questa volta per la sua fondazione benefica. Secondo ABC, "la Fùndacion Leo Messi non avrebbe dichiarato gran parte del suo fatturato tra il 2007 e il 2015 sia al fisco spagnolo che a quello argentino". Una cifra vicina a dieci milioni di euro "non denunciati e senza i quali non è possibile verificare se siano stati usati per completare i progetti sociali per aiutare i bambini con problemi".

ABC continua insinuando che la Fondazione sia stata usata "per coprire le imprese private della famiglia Messi" sfruttando di fatto i diritti d'immagine del calciatore senza successivamente investire i fondi nei progetti preventivati. Un altro problema per il fuoriclasse del Barcellona, già condannato a 21 mesi di carcere (convertiti in una maxi-multa da oltre 250.000 euro) per non aver dichiarato 4,1 milioni di euro tra il 2007 e il 2009