Premium Sport

Italia, playoff Mondiale contro Svezia, Grecia, Irlanda o Irlanda del Nord

Ecco le possibili avversarie degli azzurri

  • TTT
  • Condividi

L’entusiasmo. La storia. Le vecchie (e le nuove) conoscenze. Sulla strada verso il Mondiale, l’Italia troverà parecchi ostacoli. Ad attenderla , quattro nemici insidiosi. Uno di questi uscirà fuori dall’urna di Zurigo, il 17 ottobre: Irlanda (detta anche Eire), Irlanda del Nord, Svezia e Grecia. Le altre teste di serie, invece, saranno Svizzera, Croazia e Danimarca.

IRLANDA - Precedenti: 8 vittorie, 3 pareggi, 3 sconfitte (ultima partita Italia-Irlanda 0-1, prima fase Euro 2016)
Ventura farebbe bene a guardare attentamente le immagini: il trionfo dell’Irlanda a Cardiff, lunedì sera, nella tana del Galles (semifinalista agli ultimi Europei). D’accordo non c’era Bale infortunato, ma davanti ai 75mila del Millennium Stadium, la nazionale di Martin O’Neill ha compiuto un capolavoro: 4-5-1 con mentalità e applicazione trapattoniana (un tempo di casa a Dublino), e omicidio perfetto completato al 57’ grazie al gol qualificazione di McClean che ha permesso agli irlandesi di sorpassare il Galles in classifica e di qualificarsi per il playoff. Occhio, insomma, a questo Eire che ha battuto gli Azzurri allo scorso Europeo (anche se in una partita ininfluente) e che rischiò di farli fuori nel Mondiale del 1994 battendoli alla prima giornata.

IRLANDA DEL NORD - Precedenti: 6 vittorie, 2 pareggi, 1 sconfitta (ultima partita Italia-Irlanda del Nord 3-0, qualificazioni Euro 2012)
Brutti ricordi li evoca anche l’Irlanda del Nord, che eliminò l’Italia nelle qualificazioni alla Coppa del Mondo del '58, l’unica nella nostra storia a cui non abbiamo partecipato, oltre a quella inaugurale del 1930 (ma per altri motivi). Sono solo tre i Mondiali giocati dalla nazionale nord-irlandese, l’ultimo nel 1986. Ma nel girone dominato dalla Germania ha tenuto dietro di sé la Repubblica Ceca e la Norvegia.

SVEZIA - Precedenti: 11 vittorie, 6 pareggi, 6 sconfitte (ultima partita Italia-Svezia 1-0, gol di Eder, a Euro 2016)
Tra le nostre possibili avversarie anche la Svezia (assente da un Mondiale dal 2006), orfana di Ibra eppure capace di segnare 26 gol in 9 partite nel girone A. Sarebbe la nostra rivale più offensiva, con Berg, Toivonen e Guidetti in attacco, e con l’ex Palermo e Genoa Hiliemark a centrocampo insieme a un’altra conoscenza italiana, Albin Ekdal.

GRECIA - Precedenti 5 vittorie, 3 pareggi, 1 sconfitta (ultima partita Grecia-Italia 1-1, amichevole 2008)
Anche la Grecia è piena zeppa di facce conosciute: dall’ex Udinese Karnezis, fino a Torosidis e Manolas. Davanti punterà tutto sul bomber Mitroglou (passato in estate dal Benfica al Marsiglia). Un altro sul quale Ventura farebbe bene a buttare un occhio.

Roberto Ciarapica