Premium Sport

Italia, Di Biagio: "Traghettatore? Nessuno mi ha chiesto nulla"

Il tecnico dell'Under 21: "L'anno zero del calcio italiano è stato 5-6 anni fa"

  • TTT
  • Condividi

"Credo che oggi sia irrispettoso parlare di questo, io sono l’allenatore dell’Under 21 e amo lavorare con i giovani, poi vediamo che succede. Non dovete chiedere a me quello che sarà, io posso aiutare il movimento azzurro dall’U15 alla U21, dove noi lavoriamo da tanti anni. Fare da traghettatore? Nessuno mi ha chiesto niente, quando e se me lo chiederanno, risponderò. Amo lavorare con questi ragazzi, mi piacerebbe vederli tutti nella Nazionale maggiore". Gigi Di Biagio, dopo la vittoria della sua Italia 3-2 in amichevole con la Russia, risponde così alle voci che lo vorrebbero in pole position per prendere il posto di Gian Piero Ventura sulla panchina della Nazionale maggiore. 

Il tecnico dell'Under 21 non risparmia però critiche e accuse per il flop dell'Italia: "Non è una bella giornata per noi italiani, i ragazzi hanno tifato davanti alla tv. Con il nostro entusiasmo e la nostra passione dobbiamo trovare la forza per reagire e ripartire. Se questo è l'anno zero del calcio italiano? Lo è stato 5-6 anni fa, ma nessuno se n’è reso conto. È dovuto arrivare un brutto risultato per fare aprire gli occhi a tutti. Ora è facile sparare a zero sulle persone. Noi lo diciamo da anni, ma quando abbiamo lanciato l'allarme qualcuno pensava fosse solo per interessi della mia selezione, io invece pensavo all'Italia e al suo futuro. La speranza è che si possa crescere tutti insieme, unificare le leghe e le forze per ripartire".

ITALIA-RUSSIA 3-2

Azzurrini in vantaggio nel primo tempo con Verde, poi raggiunti in chiusura della primo tempo da Rasskazov e quindi superati al 66' da Chernov. Ma al 77' Parigini firma il 2-2 e al 94' Orsolini regala a Di Biagio e ai circa ottomila tifosi sugli spalti dello Stirpe di Frosinone un meritato successo. Si tratta della quarta vittoria consecutiva per l'Italia, dopo i successi ottenuti contro Slovenia, Ungheria e Marocco all'indomani della sconfitta rimediata all'esordio del nuovo biennio contro la Spagna.