Premium Sport

In Spagna: "Juventus-Cristiano Ronaldo uno degli affari peggiori del secolo"

Un giornalista di Marca: "Ci perdono sia il giocatore che Juventus che Real"

  • TTT
  • Condividi

Se in Italia c'è grande orgoglio nel poter vedere Cristiano Ronaldo calcare i campi della serie A, in Spagna le cose vanno diversamente. Se era prevedibile (e umanamente comprensibile) una rapida 'archiviazione' del giocatore, alcuni pareri sull'affare che ha portato il portoghese alla Juventus sembrano esagerati: "Uno dei peggiori affari del secolo, ci perderanno tutte le parti" le parole di Juan Ignacio García-Ochoa, giornalista di Marca.

Iniziamo dai bianconeri: "In termini di impatto, acquisto spettacolare ma entro una settimana il club italiano, che ha fatto fatica a raccogliere i soldi, dovrà pensare a come ammortizzare un'operazione da quasi 350 milioni di euro per un giocatore che dovrà compiere 34 anni. Ronaldo è in forma fisica impressionante, vero, ma nella scorsa stagione ha saltato 13 partite per riposare perché non ha certo scoperto la formula dell'eterna giovinezza. Cristiano ha firmato per quattro anni, tra un anno sarà sulla strada per i 35 anni, poi per i 36: quando spendi così tanto dovresti farlo per un calciatore che ti garantisca 50 partite all'anno".

Tocca al Pallone d'Oro: "Non segnerà 50 gol, non giocherà a una partita con un pubblico potenziale di un miliardo di spettatori e non vedrà il sole ogni giorno a Torino. Ha cambiato, ma in peggio. E il madridismo ama Modric, non Ronaldo: amavano i suoi gol, non il giocatore".

Infine è il turno del Real Madrid: "Per sostituire CR7 comprerà uno, due, tre, quattro fenomeni che comunque non faranno, come lui, 50 gol a stagione per 9 anni di fila. E poi 100 milioni di euro sono un'ottima cifra per un 33enne ma non per Ronaldo: le leggende non hanno prezzo".