Premium Sport

Gli eSports ai Giochi Asiatici del 2022: anticamera delle Olimpiadi

Lo sport diventa sempre più virtuale

  • TTT
  • Condividi

Se i genitori si lamentano dei figli per il loro attaccamento quasi morboso ai videogiochi (classico il rimprovero "esci a giocare!"), il mondo dello sport sembra seguire la tendenza: l'Olympic Council of Asia ha annunciato che gli eSports - gli sport elettronici, ovvero il giocare videogiochi a livello competitivo organizzato - faranno parte dei Giochi Asiatici del 2022 ad Hangzhou, in Cina.

Determinante in questa scelta il ruolo svolto da Alibaba, gigante economico cinese, che ha stretto una partnership con la Federazione Nazionale degli sport elettronici per 150 milioni di dollari. I Giochi Asiatici sono l'evento multisportivi più grandi d'Asia, secondi solo alle Olimpiadi che quindi potrebbero essere lo step successivo degli eSports.

Anche in Italia, qualcosa si muove, soprattutto sul fronte calcio: società come Roma, Sampdoria ed Empoli stanno puntando forte sui videogiochi sportivi (in Europa in prima linea ci sono Siviglia, Valencia, Psg, Monaco e lo Schalke 04) anche per aumentare i ricavi. Il virtuale avrà meno fascino del reale ma di sicuro apre più possibilità ai non-atleti: tutti, potenzialmente, potranno essere protagonisti ai Giochi Olimpici.