Premium Sport

Tennis, Wimbledon: Anderson in finale, Isner battuto in 6h35'

Il sudafricano vince al 5° set la semifinale più lunga della storia del torneo

  • TTT
  • Condividi

Una vera e propria maratona: Kevin Anderson, per conquistare la prima finale di Wimbledon, ha dovuto aspettare 6 ore e 35 minuti di un match interminabile al termine del quale l'americano John Isner, una sorta di habitué a questo tipo di situazione, di si è dovuto arrendere 6-4, 6-7, 6-7, 7-6, 26-24.

Il sudafricano (87 anni dopo Brian Norton, il Sudafrica ritrova la finale a Wimbledon), numero nove del ranking Atp, per vincere il torneo dovrà affrontare il vincente della sfida tra Rafa Nadal e Novak Djokovic ma intanto si è tolo un'altra grossa soddisfazione dopo aver eliminato ai quarti Roger Federer, campione in carica.

Una sfida che entrerà negli annali: con 6h35' è il secondo match assoluto come durata all'All England Club (ma la semifinale più lunga della storia del tornoe) dopo le 11h05' dello storico 70-68 con cui lo stesso Isner superò Nicolas Mahut al primo turno dell'edizione 2010. Si tratta della seconda finale in un Major per il 32enne di Johannesburg, dopo quella raggiunta nel settembre scorso agli US Open.