Premium Sport

Roland Garros, Fognini eliminato agli ottavi da Cilic

L'azzurro cade 3-2 dopo aver sfiorato una grande rimonta, ai quarti l'unico italiano sarà Cecchinato

  • TTT
  • Condividi

La potenza di Marin Cilic ha chiuso la porta dei quarti di finale del Roland Garros a Fabio Fognini, che sperava di ripetere l'exploit del 2011. Dopo l'impresa di Marco Cecchinato, già approdato tra i migliori otto del torneo, l'Italia del tennis sperava di rivedere due azzurri nei quarti di uno Slam, cosa che non capita dal 1976, ma è un appuntamento che si dovrà rimandare ancora.

Il ligure è stato protagonista di una prova da applausi contro il numero 4 al mondo, costringendolo a dare il meglio di sè per imporsi al termine di una sfida tra le più piacevoli di questa edizione del torneo. Oggi ha conquistato il pass anche il favorito del torneo, Rafa Nadal, facile vincitore sul tedesco Marterer, oltre agli argentini Del Potro e Schwartzmann, ma a fare notizia è nel tabellone femminile l'uscita di scena per ritiro di Serena Williams, che ha lasciato campo libero verso i quarti a Maria Sharapova.

L'annullamento della sfida tra le due ex n.1 al mondo ha anticipato di quasi un'ora la discesa in campo di Fognini sul Centrale "Philippe Chatrier". Ne sono servite quasi quattro per definire il vincitore. Fognini ha infatti lottato per cinque set contro il terzo favorito del seeding, finalista in gennaio agli Australian Open, che si è imposto col punteggio di 6-1, 6-4, 3-6, 6-7 (4), 6-3.

Cilic sembrava avere la strada spianata dopo i primi due set contro un avversario a corrente alternata, ma nella terza partita il ligure si è assestato, ottenendo ben due break contro uno dei più grandi specialisti del servizio. Molto combattuto il quarto set, portato fino al tie-break. Fognini ha fatto faville dal 3 pari e si è imposto 7-4. L'equilibrio sembrava pendere verso l'azzurro, che però nel settimo game, dopo essersi portato sul 40-30, ha commesso un doppio fallo e due errori di diritto, consentendo il break del 4-3 a Cilic.

Da quel momento il croato è stato implacabile, chiudendo sul 6-3. Fognini è uscito tra gli applausi e non è comunque il momento di abbattersi, visto che domani c'è la grande occasione di Cecchinato, che proverà a battere nientemeno che Novak Djokovic per issarsi fino alle vette della semifinale. E' una prima sfida tra i due, col serbo che dopo un periodo difficile e la discesa fino al n.20 Atp sembra aver ritrovato il giusto feeling con la racchetta. L'altro quarto metterà di fronte i rampanti Alexander Zverev e Dominic Thiem.