Premium Sport

Nba, LeBron James mostruoso: 57 punti, Cleveland esce dal tunnel

I Cavs si riscattano dopo 4 sconfitte consecutive sbancando Washington: seconda prestazione migliore di sempre per la loro stella

  • TTT
  • Condividi

Con un ''one man show'' da 57 punti, la sua seconda prestazione in carriera, l'asso della Nba LeBron James ha spezzato la serie negativa dei Cleveland Cavaliers, che durava da quattro partite, scolpendo il suo nome nel 130-122 inflitto ai Washington Wizards in uno degli incontri della notte in Nba. Solo una volta il gigante di Akron aveva fatto meglio, quando nel marzo del 2014 segnò 61 punti per i Miami Heat contro gli Charlotte Hornets. Per raggiungere il nuovo bottino, James ha tirato ben 34 volte, centrando il canestro in 23 occasioni - record personale -, oltre a mettere a segno tutti i nove tiri liberi avuti a disposizione. Oltre a ciò, ha conquistato 11 rimbalzi e messo a segno sette assist e due stoppate.

A contribuire a questo risultato deve essere stata senz'altro la rabbia di vedere la sua squadra, quella che da tre anni si gioca la finale per l'anello, ingabbiata in un tunnel di mediocrità. James è inoltre diventato il giocatore più giovane nella storia della Nba ad aver raggiunto quota 29.000 punti, con i suoi 32 anni e 308 giorni.

Nella notte da segnalare anche la brutta prova di Belinelli e dei suoi Atlanta Hawks, sconfitti 119 a 104 in casa da Houston e sempre più ultimi nella Eastern Conference con 8 sconfitte in 9 partite. In tutta la Lega solo Dallas ha fatto peggio perdendo 9 volte su 10: per l'azzurro zero canestri in 17 minuti.