Premium Sport

Nba, Lebron è un mostro: rimonta storica contro Indiana

I Cavs volano sul 3-0, San Antonio ko a Mamphis, i Bucks travolgono Toronto

  • TTT
  • Condividi

Lebron James è il Re e non ha alcuna intenzione di abdicare. Il Prescelto ha trascinato i suoi Cleveland Cavaliers alla terza vittoria in altrettante gare contro gli Indiana Pacers mettendo a referto l'ennesima tripla doppia della stagione (41 punti, 13 rimbalzi e 12 assist) e guidando i suoi nell'incredibile rimonta del secondo quarto, quando i Cavs hanno recuperato ben 25 punti chiudendo la gara sul 119-114.

Mostruosa la prova di James, che segna 28 punti solo nel secondo tempo e mette la firma sulla sua 17esima tripla doppia ai playoff: solo Magic Johnson (30) ne ha all'attivo di più. Ma non solo: il fuoriclasse di Cleveland scavalca Kobe Bryant al terzo posto nella classifica dei migliori realizzatori di tutti i tempi in postseason raggiungendo quota 5669 punti e allunga a 20 le partite vinte consecutivamente al primo turno dei playoff (non perde una gara dal 2012). Notte fonda per Indiana, ormai a un passo dall'eliminazione: non basta un George da 36 punti, 15 rimbalzi e 9 assist.

Nelle altre gare della notte, cadono un po' a sorpresa gli Spurs, battuti nettamente 105-94 al FedExForum di Memphis: i Grizzlies, grazie a un super terzo quarto, accorciano sull'1-2 nella serie, trascinati da Conley (24 punti), Randolph (21) e Marc Gasol (21). Prova opaca invece per la squadra di coach Popovich, che non va oltre i 18 di Leonard e i 16 di Aldridge. Memphis non batteva gli Spurs ai playoff dall'aprile 2011.

Netta la vittoria anche per i Bucks, che al BMO Harris Bradley Center, davanti ai propri tifosi, rifilano un perentorio 104-77 ai Raptors portandosi in vantaggio 2-1 nella serie. I padroni di casa, a +27 già dopo il secondo periodo, si godono i 20 punti di Middleton e i 19 di Antetokounmpo, ai Raptors non bastano Lowry e Wright (13 ciascuno).