Premium Sport

Nba, Golden State campione: Cleveland ko 129-120 in gara 5

Per i Warriors di un mostruoso Durant secondo titolo in tre anni

  • TTT
  • Condividi

L'abbraccio di Kevin Durant a mamma Wanda è già virale, l'immagine simbolo del trionfo di Golden State. Titolo Nba ai Warriors, stavolta niente miracolo da parte dei Cavs di Lebron James, anche se prima di gara 5 qualcuno aveva evocato i fantasmi della rimontona dell'anno scorso di Cleveland, capace di ribaltare clamorosamente la serie dopo essersi riportata sull'1-3 in gara 4. Ma la storia più incredibile delle Finals non si ripete, e allora via alla giusta celebrazione di Golden State, capace di infilare 16 vittorie su 17 in questi playoff, impresa mai risucita prima.

Sotto il segno di Durant si diceva, assoluto mvp, 39 punti anche in gara 5 alla Oracle Arena. Partita che vive un inizio intenso, con la fisicità che sembra subito pendere dalla parte dei Warriors. Poi Cleveland piazza un parziale di 9-0, con LeBron James e JR Smith incontenibili. Cavs col 62,5% al tiro nel primo quarto, Warriors a galla grazie a Curry ma quasi intimiditi dalla difesa avversaria. Poi la svolta col clamoroso parziale di 21-2 che lancia i Warriors, Cleveland tramortita, nel borsino di gara 5 scendono di ritmo Irving e LeBron James, comunque mostruoso con 41 punti, comincia a salire in maniera inarrestabile Durant.

Sale anche la tensione agonistica, il gap lo scava il differenziale dalle panchine pro Golden State. Sussulto d'orgoglio dei Cavs, sotto anche di 17 Lebron e compagni non mollano mai, e si riportano a meno 9, sul 108-99, sul timeout a 8’50 dalla fine. La mazzata definitiva alle speranze di Cleveland la dà Durant, col canestro del 118-106 a 5’01 dal termine. Durant, 35,2 punti di media nella Finals, che a fine partita racconta: "A 55" mi sono avvicinato ai compagni e ho chiesto se stava davvero succedendo". Sì, è successo davvero, 129 - 120, 4-1 nella serie, secondo titolo in tre anni per Golden State.

Massimo Veronelli