Premium Sport

Giro d'Italia 2018, trionfo di Froome: Dumoulin chiude secondo

Successo di tappa per il 34enne Nieve, domani la passerella finale a Roma ai Fori Imperiali

  • TTT
  • Condividi

Il Giro d'Italia numero 101 è di Chris Froome. Dopo l'incredibile impresa di ieri, il britannico del Team Sky ha chiuso al settimo posto la ventesima tappa (da Susa a Cervinia) resistendo ai tentativi di attacco di Dumoulin e guadagnando addirittura 6’’ sul diretto rivale per la maglia rosa. Sul podio insieme a Froome e al vincitore dello scorso anno sale il colombiano dell’Astana Miguel Angel Lopez perché Pinot, che alla partenza era terzo in classifica, è crollato come Yates il giorno precedente accusando oltre mezz’ora di ritardo. Domenico Pozzovivo, quinto, è il migliore degli italiani. Per Chris Froome è il primo successo nella corsa rosa dopo quattro Tour de France e una Vuelta di Spagna. Domani la passerella in maglia rosa tra i Fori Imperiali, a Roma.

Il successo di tappa va invece allo spagnolo Mikel Nieve, fedele gregario di Yates, che si toglie una grande soddisfazione nel giorno del suo 34esimo compleanno. Per lo scalatore basco è il terzo trionfo al Giro (nel 2011 vinse al Gardeccia, nel 2016 a Cividale del Friuli), secondo è arrivato l’olandese Robert Gesink (LottoNL-Jumbo), terzo Felix Grossschartner. 

"Vittoria speciale"

"È una vittoria, molto, molto speciale, ma non è ancora finita, perché manca la tappa di Roma. Però, la battaglia è andata. Due giorni fa non ero in questa posizione, per me è davvero un sogno che si realizza". Così Chris Froome, dopo la vittoria del 101/o Giro d'Italia di ciclismo. Il britannico arriva a Roma, per la passerella finale di domani pomeriggio, indossando la maglia rosa.