Premium Sport

Eurobasket, l'Italia batte anche l'Ucraina

Belinelli segna 26 punti e trascina gli azzurri al secondo successo in fila

  • TTT
  • Condividi

Un altro successo per l'Italia di Ettore Messina agli Europei di basket. Dopo la vittoria all'esordio con i padroni di casa di Israele, gli azzurri superano 78-66 l'Ucraina (al secondo ko dopo quello con la Germania) trascinati dalle bombe di Belinelli, dalla leadership di Datome e dalla solita difesa aggressiva, vera e propria cifra stilistica della nostra Nazionale.

Inizio molto aggressivo delle due squadre, l'Italia si appoggia ad un Hackett ispirato ma difende malissimo sul pick and roll e viene spesso sorpresa dai tagli e dalle schiacciate di Kravtsov. Datome e Aradori tengono gli azzurri a contatto, il primo quarto si conclude sotto di tre.

Buon avvio dell'Ucraina nel secondo quarto, ma poi l'Italia alza il ritmo in difesa costringendo gli avversari a perdere palloni sanguinosi e Datome firma il sorpasso. Dopo qualche minuto di siccità offensiva, Belinelli si scalda e sblocca i suoi con tre triple consecutive a dir poco fondamentali: 35-29 Italia a 3’ abbondanti dalla fine del primo tempo. Che diventa +10 sulla sirena grazie ad un Beli davvero ispirato (18 punti a fine primo tempo).

Avvio di secondo tempo molle degli azzurri, le squadre faticano a trovare la via del canestro e non brillano, ma Datome segna un canestro di esperienza e l’essenziale tripla del 50-37 azzurro a meno di 5’ dalla fine della frazione. Poi l’Ucraina dà qualche segnale con un break di 5-0 firmato da Pustovyi, ma Baldi Rossi la rispedisce a distanza di sicurezza e le bombe di Filloy e Aradori chiudono il parziale sul +11 Italia.

Nell'ultimo periodo l'Ucraina le prova tutte per tornare sotto e a 5 minuti dalla fine accorcia fino al meno 4. I lunghi azzurri hanno problemi di falli e allora bisogna vincerla dal perimetro: Aradori, Datome e Belinelli (26 alla fine i suoi punti davanti a Greg Popovich presente in tribuna) sono tiratori puri e le loro triple hanno un peso specifico pazzesco. A due minuti dal termine è +15 Italia, che amministra fino alla fine e si porta in testa al Gruppo B insieme alla Germania (vittoriosa sulla Georgia).

Domani gli azzurri sfidano la Lituania, il livello degli avversari cresce, ma con questa voglia e tanta fiducia si può arrivare lontano.