Premium Sport

Basket in Corea del Nord: tiri da 4 punti, schiacciate da 3

Il dittatore Kim Jong-un, fanatico della pallacanestro, ne avrebbe cambiato le regole per renderla più spettacolare

  • TTT
  • Condividi

Un altro basket è possibile. Potrebbe essere uno slogan pubblicitario, è semplicemente la realità, almeno quella raccontata da alcuni media cinesi che hanno svelato al mondo come in Corea del Nord sia di fatto nato... un altro sport. Tutto merito (o colpa) di Kim Jong-un, il dittatore del paese fanatico della pallacanestro, come rivelato anche da Rodman, ex stella Nba. 

A quanto pare, per volere del leader, sono state cambiate alcune regole, in particolare nell'attribuzione dei punti. Così, oltre ai tiri da 3 ci sono anche i tiri da 4: sono quelli dove il pallone tocca solo la rete, senza sfiorare neppure il ferro. A valere 3, invece, sono le schiacciate. Facile capire che questa mini rivoluzione è stata fatta per aumentare lo spettacolo, ma Kim Jong-un ha voluto rendere ancora più forti i brividi fino alla fine, ecco perché i canestri segnati negli ultimi 3 secondi valgono 8 punti. chissà cosa ne pensa Michael Jordan, idolo assoluto del giovane dittatore.